Google+ Eventi e il “cerchio” si chiude, con un particolare sguardo agli hotel


Google+ Eventi

E’ di questa mattina la notizia che Google+ ha attivato la sua nuova funzione, Google+ Eventi. Mancava all’interno del social network di Google la funzione Eventi, molto usata in Facebook e in altri luoghi di condivisione sociale. Dopo il recente lancio di Google+ Local e la sua unione con il servizio Google Places il “cerchio”, per utilizzare un parola molto amata da Big G, si chiude e questa ultima funzione rende sempre di più emozionante e sociale l’esperienza con Google+.

Con Google+ Eventi le pagine business di Google hanno a disposizione tutto ciò che serve per allargare il bacino di utenza, per rendere condivisibile e sociale momenti di vita reale grazie alla condivisione di foto, video e commenti prima, durante e dopo l’evento.

Gli eventi sono sempre stati e continueranno ad essere un elemento importante nella promozione turistica di una località o di un’impresa turistica locale, basti pensare agli eventi organizzati dagli hotel o dai centri congressi. Molto importante sono anche gli eventi, concerti o manifestazioni legati a periodi particolari dell’anno, non dimenticando gli eventi come feste e party o occasioni di convivio come i pranzi dei 100 giorni, San Valentino o la festa delle donne.

Per un hotel è un’occasione ulteriore per fare promozione turistica. Se poi guardiamo alle potenzialità di Google+ Eventi e alla sua capacità di allargare le cerchie di attenzione, ci renderemo subito conto che la funzione di Google+ Eventi è molto più virale di quanto possa esserlo gli eventi di Facebook.

La particolarità, oltre ad una grafica veramente accattivante, è la possibilità di:

  • invitare singole persone delle cerchie
  • intere cerchie
  • persone tramite indirizzo email

oppure inserire informazioni nei campi:

  • url del sito web
  • url del rivenditore di biglietti
  • url di Youtube
  • informazioni su trasporto o parcheggio

Insomma tutto ciò che serve per rendere l’evento un ottimo strumento di promozione e di visibilità.

Ma quali potrebbero essere degli scenari iniziali e possibili per un hotel?

  • Realizzare e condividere eventi musicali e di intrattenimento estivi
  • Condividere foto e video dell’evento appena concluso
  • Associare all’evento un’offerta speciale di soggiorno
  • Condividere menu e informazioni specifiche per cene di gala o per cene speciali
  • ….questo e altro ancora

Se poi pensiamo che all’interno del servizio c’è la scheda Google+ Local, il +1 con il suo risvolto di riprova sociale, la condivisione di contenuti multimediali, il “cerchio” di servizi di Google+ si chiude.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su TURISMO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave