Consigli per migliorare l’engagement in Facebook per progetti turistici


Sappiamo, perché lo strumento è consolidato nelle strategie di promozione online, che Facebook continua a mantenere un ruolo fondamentale nei piani di comunicazione turistici. Sappiamo (voglio essere positivo) che i veri risultati su Facebook come strumento di marketing, non si raggiungono solo incrementando il numero di fan di una pagina potenzialmente predisposti ad ascoltare, perché interessati agli argomenti condivisi, ma piuttosto creando le condizioni affinché il tasso di coinvolgimento (ovvero l’engagement rate) sui singoli contenuti aumenti e cresca nel tempo.

La vera capacità di fare marketing su Facebook è proporzionata alla vera capacità di condividere contenuti appetibili agli utenti stimolandoli ad interagire con il contenuto, affinché si creino le condizioni per avere feedback, consigli, approvazioni e recensioni sulla qualità dei piani editoriali.

La principale KPI usata per calcolare il tasso di coinvolgimento è l’engagement rateCome si fa a calcolarlo? Ci sono due differenti scuole di pensiero in materia che utilizzano due differenti formule.

La prima formula prevede che l’engagement rate (su singolo contenuto o su tutti i contenuti pubblicati in un determinato periodo) sia data dal rapporto tra il numero di consensi ricevuti (mi piace, commenti e condivisioni) sul numero totale di fan. Moltiplicando il risultato per 100 avremo l’engagement rate in percentuale.

engagement rate facebook

La seconda formula (personalmente preferisco questa) è data dall’iniziale rapporto tra il numero di utenti coinvolti sul numero di contenuti condivisi. Il risultato rapportato al numero di utenti raggiunti, moltiplicato per 100, darà un risultato che supererà la limitazione della precedente formula.

engagement rate facebook 2

Esistono dei software online appositamente concepiti per calcolare questi dati, ma per chi invece vuole intervenire a mano tramite un foglio elettronico e le formule impostate, dovrà recuperare tutti i dati attraverso la funziona Insights di Facebook presente in tutte le pagine aziendali.

esporta dati facebook

Basterà cliccare sul bottone Esporta i Dati, selezionare la tipologia di dati, il periodo di riferimento e scaricare il file nell’estensione desiderata. Una volta recuperati i dati sarà cura di chi li interpreta nel calcolare correttamente il tasso di coinvolgimento usando una delle due formule. Per gli amanti delle statistiche si può considerare un buon risultato, riuscire a raggiungere o superare l’1,5% di engagement rate.

Mettiamo il caso che il risultato non sia soddisfacente, com’è possibile aumentarlo e quali possono essere i consigli utili per creare maggiore coinvolgimento? Iniziamo subito con il dire che il risultato dipende dalla qualità dei vostri fan e non dalla quantità.

Ciò significa che bisognerà lavorare affinché i fan della pagina sia persone che hanno interesse ad essere coinvolti. Come si fa direte? Semplicemente attraverso delle campagne di advertising su Facebook concepite affinché la base iniziale di consenso sia predisposta ad ascoltarvi.

Usiamo un esempio che rende meglio l’idea e che sarà l’oggetto del mio intervento presso il WebReevolution del 28 di Giugno a Roma. Alcune piccole anticipazioni sulla strategia usata per costruire una solida base di consenso per un progetto di marketing turistico territoriale.

  • Prima strategia: creare una community locale che sia per “patriottismo” o per “legame locale” predisposta a diventare fan. Strumento usato Facebook Ads con targeting geografico locale con l’estensione raggio di azione.
  • Seconda strategia: individuare gruppi su Facebook legati al territorio e invitarli a partecipare al progetto attraverso racconti, aneddoti e consigli da pubblicare nei social.
  • Terza strategia: vivere in prima persona il territorio per poi raccogliere informazioni, foto e contenuti da pubblicare nel tempo per mantenere viva l’attenzione.

Questi invece alcuni consigli per accrescere il coinvolgimento e aumentare la capacità di un contenuto nel generare virilità.

  • Consiglio 1: Pubblicate foto emozionanti nelle fasce orarie 7 e 8 del mattino e 21 e 22 della sera. Le prime avranno più possibilità di interazione perché avranno meno concorrenza rispetto alle altre pagine
  • Consiglio 2: Quando dovete condividere un link verso un articolo pubblicato sul vostro sito, nel messaggio del post digitate un breve abstract inserito tra le “” e concludete il messaggio con [continua]
  • Consiglio 3: Condividete sulla pagina i post pubblicati dai vostri fan perché così avranno più possibilità di essere visibili

Infine invogliate le persone ad iscriversi ad una newsletter. Così facendo avrete sicuramente l’occasione utile per contattarli ed evitare che la velocità delle condivisione nei social oscurino i vostri messaggi.

Per le altre strategie, i risultati e ulteriori consigli vi invito a partecipare all’evento, seguire il case history e concedervi una giornata di aggiornamento/formazione.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su TURISMO Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave